La Puglia in autunno tra spiagge deserte, birdwatching e percorsi enogastronomici

La Puglia in autunno tra spiagge deserte, birdwatching e percorsi enogastronomici
In Puglia l’autunno regala ancora raggi di sole e temperature miti. Cosa c’è di meglio allora di spiagge semi deserte, strade vuote e paesini senza caos dove fare una bella passeggiata in bicicletta percorrendo le strade di campagna, fra masserie e alberi d’ulivo? La Puglia in autunno diventa un paesaggio selvatico e affascinante, lontano dagli sfarzi agostani. Per chi vuole scoprire la zona interna del Salento, si può soggiornare in antiche masserie, centri di lavoro agricolo diffusi sul territorio a partire dal XIV secolo, le caratteristiche costruzioni pugliesi generalmente si sviluppano all’interno di una corte, utile in passato per la difesa dai saraceni. Per trekking ed escursioni sono tanti i percorsi che il Salento offre, come la Via dal Sale, prende il nome dall’antica abitudine dei paesani di attraversarli trasportando il sale dal mare fino al paese, dove veniva venduto clandestinamente. Oppure un tour dei frantoi ipogei, il Salento è infatti tra i centri più proficui della produzione olearia, e proprio da qui, sin dall’antichità, gran parte dell’olio veniva esportato in tutta Europa.

Una visita a Cagnano Varano è d'obbligo. Questo delizioso paesino bianco tutto abbarbicato su uno sperone roccioso è abitato da pochissime persone. Tra i suoi vicoli si sentono tutti gli odori e i sapori della puglia più tipica. Fate un salto nella piazza principale, dove si trova il Palazzo Municipale e la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. A 3 km dal centro c'è un luogo davvero suggestivo, dove è venerato l'Arcangelo Michele, la Grotta dell'Angelo. Non dimenticate lì vicino sorge il Lago di Varano, uno dei patrimoni più sublimi del Gargano.

L'autunno poi è la stagione ideale per mettere in pratica il birdwatching, un hobby che vede anno dopo anno sempre più appassionati. Quando iniziano i primi freddi infatti, migliaia di uccelli come anatre, germani, cormorani e svassi danzano sulle acque.

Sul Gargano potete recarvi nella Laguna di Varano, la più grande di tutto il sud Italia, dove tra l'altro si programmano anche escursioni in kayak e sandalo, una imbarcazione tipica della zona. Verso il Golfo di Manfredonia invece c'è l'Oasi WWF di Lago Salso, il paradiso di anatre e airone, dove il centro naturalistico residente organizza per i più piccoli laboratori molto interessanti.

I più golosi possono programmare un percorso enogastronomico partendo da Vico, un delizioso paesino dell'entroterra dove troveranno (oltre al curioso Vicolo del Bacio) le gustosissime paposce, focacce schiacciate farcite in ogni modo. A Carpino invece sono famose le fave, i legumi considerati la carne dei poveri: le troverai accompagnate da cipolla e peperoncino con del buon olio extravergine. Non dimenticare di assaggiare il pane di Monte Sant'Angelo, dalla crosta morbida e croccante e l'interno bello soffice.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

9 - 5 + 6 - 1 =