Da gioiello dei "samurai" a hotel, il castello di legno di Ozu apre le porte ai turisti

Da gioiello dei "samurai" a hotel, il castello di legno di Ozu apre le porte ai turisti
Da gioiello dei samurai a hotel. Il secolare castello della città di Ōzu, in Giappone, ha aperto per la prima volta in assoluto ai turisti, diventando la prima dimora storica in legno a ospitare per la notte persone comuni. 

Conosciuto anche come Jizōgatake Castle, le prime strutture difensive di Ozu risalgono addirittura al XIV secolo, ma il castello vero e proprio venne costruito negli anni tra il 1585 e il 1617.Durante il periodo Meiji il castello venne abbandonato e le sue condizioni peggiorarono rapidamente, tanto che per evitare danni nel 1888 venne decisa una parziale demolizione. Nel 1957 i resti vennero comunque iscritti nel patrimonio culturale nazionale da parte del governo giapponese, e in anni recenti lo sforzo di privati cittadini e dell'amministrazione locale ha portato ad una grande operazione di ricostruzione e restauro, basata su documenti storici, vecchie fotografie e cartine, grazie soprattutto alla scoperta di un modellino di legno che ne ricalcava la struttura originaria.

Gli ospiti verranno accolti secondo un antico cerimoniale che li porterà indietro nel tempo, permettendogli di apprezzare appieno la struttura che li ospiterà per la notte. I trenta ospiti avranno la possibilità di vivere  come i signori dell'epoca Edo, accolti da sbandieratori, spari e musiche con flauti di conchiglie, proprio come se fossero i proprietari del castello. Insomma una di quelle esperienze indimenticabili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

9 - 3 =