Tunisia: presentata mozione per classificare Fratelli musulmani gruppo terroristico

Tunisia: presentata mozione per classificare Fratelli musulmani gruppo terroristico
 Il Partito dei costituzionalisti liberi (Pdl, partito nostalgico del regime di Ben Ali) ha depositato una bozza di mozione parlamentare per classificare i Fratelli musulmani come un'organizzazione terroristica in Tunisia. Il testo propone di attribuire questa classificazione a qualsiasi struttura associativa o partito politico che mantenga legami con la Fratellanza musulmana. Il gruppo del Pdl in seno all’Assemblea dei rappresentanti del popolo (Arp, il parlamento monocamerale del Paese nordafricano) ha chiesto di prendere tutte le misure necessarie per sottoporre il progetto di mozione in sessione plenaria, per l’esame e l’adozione ai sensi dell'articolo 141 del regolamento interno. Lunedì scorso, 16 novembre, il partito guidato dalla vulcanica Abir Moussi, leader politica populista apparentemente premiata dai sondaggi, ha avviato un sit-in aperto davanti alla sede dell'Unione internazionale degli ulema musulmani per chiedere la soppressione di questa organizzazione la cui presenza in Tunisia, secondo il partito, sarebbe in contraddizione con i valori repubblicani e democratici della Tunisia, soprattutto perché faciliterebbe l'ingresso di denaro illecito nel Paese.

Va ricordato che il Partito dei costituzionalisti liberi ha già presentato una bozza di mozione contro il riciclaggio di denaro per fini terroristici, chiedendo di sciogliere le associazioni e i gruppi politici che sostengono il “pensiero takfirista (miscredente) estremista”. L'ufficio parlamentare, riunitosi eccezionalmente il 12 novembre, aveva deciso di sottoporre questo progetto a una sessione plenaria prevista per il 15 dicembre 2020. I Fratelli musulmani, organizzazione sociale e politica fondata in Egitto da Hassan al Banna nel 1928 e che conta ancora oggi milioni di sostenitori, sono uno dei più antichi e influenti gruppi islamisti del Medio Oriente. Ufficialmente, hanno rinunciato alla violenza decenni fa: nel 2011 hanno conquistato democraticamente il potere in Egitto con Mohamed Morsi, deposto poi dalle Forze armate nel 2013. Il Cairo ha poi bandito tutte le attività dei Fratelli musulmani, incluso il partito Libertà e giustizia che è fuorilegge. Gruppi affiliati alla Fratellanza sono parte integrante del sistema politico in paesi come Marocco, Libia, Qatar, Tunisia e Turchia. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

Dove si trova il colosseo di Roma?