Libano, nuova fumata nera per formazione governo

Libano, nuova fumata nera per formazione governo
Ancora fumata nera a Beirut per la formazione del nuovo governo: il premier incaricato Mustafa Adib, atteso oggi al palazzo presidenziale di Baabda per incontrare il capo di Stato Michel Aoun, ha rimandato l’incontro per ragioni non meglio precisate. Fonti istituzionali citate dai media libanesi affermano che il rinvio della riunione è dovuto al fatto che i nodi sulla spartizione delle poltrone ministeriali tra i partiti confessionali non sono stati ancora sciolti, nonostante le pressioni francesi. Il 1 settembre scorso infatti, i principali leader politico-confessionali libanesi avevano assicurato al presidente Emmanuel Macron, in quei giorni in visita in Libano, di formare il nuovo governo, incaricato di avviare le tanto attese riforme strutturali, entro il 15 settembre. Nei giorni scorsi il capo dell’intelligence libanese, il generale Abbas Ibrahim, e il suo omologo francese Bernard Emié, si erano incontrati a Parigi. E il generale Ibrahim viene menzionato dalle fonti beirutine come il principale facilitatore, per conto di Aoun, dei negoziati dietro le quinte tra le parti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

20 - 5 =