Germania, la Merkel chiude tutto: lockdown da mercoledì

Germania, la Merkel chiude tutto: lockdown da mercoledì
Angela Merkel ha scelto la linea dura: da mercoledì in Germania scatterà il lockdown con negozi e scuole chiuse, divieto di assembramenti, di consumo di alcol per strada e fuochi d’artificio di Capodanno al bando. E, questa volta, non ha dovuto litigare con i Laender: in meno di un’ora, i governatori e la cancelliera si sono riuniti in un vertice convocato d’urgenza di fronte agli sviluppi della pandemia dell’ultima settimana. Tutti d’accordo sul fatto che i numeri del Covid, «richiedono un’azione immediata». Fino al 10 gennaio, quindi, stop al commercio al dettaglio (con l’eccezione di alimentari, farmacie e pochi altri ritenuti essenziali) e all’obbligo di presenza nelle scuole, finora rimaste sempre aperte dal riavvio delle lezioni ad agosto. Le concessioni, annunciate per le feste di Natale e Capodanno appena qualche giorno fa, vengono di fatto revocate: il divieto di contatto non consentirà di festeggiare fra più di 5 persone (bambini e ragazzi sotto i 14 anni esclusi), e sarà proibita la vendita dei fuochi d’artificio. Bandito anche il vin brulè, con il divieto di consumare alcol per strada. Sarà invece possibile la celebrazione delle messe religiose: a condizione che si rispettino le distanze di 1,5 metri in chiesa, e che non si canti. Scelte che arrivano dopo lo shock del record di 30 mila contagi e i quasi 600 morti in 24 ore, segnato due giorni fa. La Merkel non ha usato giri di parole: «i provvedimenti di novembre non bastano, i casi aumentano ed è ripresa la crescita esponenziale della diffusione del virus. Siamo costretti ad agire, e adesso lo facciamo».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

20 - 5 =