America, 121mila contagi in un giorno: in Francia 52mila. Russia, salgono i numeri

America, 121mila contagi in un giorno: in Francia 52mila. Russia, salgono i numeri
Crescono i contagi da Covid-19 nel mondo, con alcuni picchi che segnano nuovi record. In totale al mondo si sono registrati finora 48,6 milioni di contagi e oltre 1,23 milioni di vittime. Pesante è lo scenario di contagi da coronavirus negli Stati Uniti d’America con oltre 120 mila casi registrati nelle ultime 24 ore, per un totale di oltre 9,6 milioni di casi di cui quasi 235 mila decessi. E spiccano sempre più attenzionate le realtà della Russi,a della Germania e della Francia. La Cina sospende in via temporanea l’ingresso nel suo territorio anche ai cittadini residenti in Italia.
Russia. Nelle ultime 24 ore in Russia si sono registrati 20.582 nuovi contagi di Covid-19: il numero più alto in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia. I decessi provocati dal morbo sono stati 378 nel corso dell’ultima giornata. Stando ai dati pubblicati dal centro operativo anti-coronavirus, in totale in Russia si contano 1.733.440 contagi e 29.887 persone sono morte a causa del Covid.
Stati Uniti d’America. Nuovo record di casi di Covid-19 negli Stati Uniti, dove nelle ultime 24 ore sono state registrate 121.054 infezioni. Lo ha riferito la Johns Hopkins University, che aggiorna un database sugli sviluppi della pandemia in tutti i Paesi del mondo. Il precedente record negli Usa, toccato ieri, era di 102.831 casi.

Francia. Aggiornati i dati della Francia. Si registra un record di 58.000 casi positivi in sole 24. I decessi, comunica il governo, sono stati da ieri 363, cifra lievemente in calo dai 385 di ieri. In rianimazione ci sono stasera 4.230 malati di Covid, 141 in più rispetto a ieri. Il record di 58.000 casi positivi in sole 24 ore annunciato ieri in diretta tv dal direttore generale della Salute, e confermato più tardi dall’abituale comunicato di Santé Publique France, è probabilmente dovuto anche al «recupero» di circa 60.000 dati relativi a test positivi che erano rimasti «imbottigliati» nei giorni scorsi a causa di un «bug» del sistema. Lo scrive oggi Le Parisien. Già da un paio di giorni, l’organismo sanitario del governo avverte - in calce alla lista di dati - che «a causa di un problema di afflusso dei dati, gli indicatori basati sui dati dei test sono stati sottostimati nelle settimane scorse». 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

4 + 6 - 6 =