Covid, in 200 al matrimonio, focolaio nel napoletano. Attesi tamponi su 130 invitati al banchetto

Covid, in 200 al matrimonio, focolaio nel napoletano. Attesi tamponi su 130 invitati al banchetto
Una grande festa nuziale ha fatto esplodere un focolaio Covid a Monte di Procida (Napoli), il più piccolo dei comuni flegrei con poco più di diecimila abitanti. Negli ultimi due giorni sono stati 13 i casi positivi ufficiali tutti legati al convivio celebrato a inizio settimana in un noto locale del confinante comune di Bacoli. Il territorio comunale, al propagarsi di sintomi del virus, è stato subito blindato dal sindaco, Giuseppe Pugliese. Fino a martedì prossimo rimarranno chiuse scuole, parchi pubblici e privati, sale giochi e di scommesse e circoli per anziani. Vietate, inoltre, attività sportive sia agonistiche che amatoriali, feste private e tavolate in casa con più di dieci persone. L’intento è frenare l’espandersi del contagio. 

La fotografia concreta della situazione emergenziale nel comune flegreo la fornisce il sindaco: «Ho dovuto chiudere le scuole perché dai dati che ho ricevuto dai dirigenti scolastici risulta che il 50% dei docenti è in isolamento fiduciario domiciliare in attesa di effettuare il tampone o di conoscere eventuale positività di un familiare. Impossibile svolgere attività didattica in simile situazione». Nell’occhio del ciclone, dunque, la celebrazione delle nozze tra un cittadino montese e una donna di nazionalità polacca concluse con un mega banchetto cui avrebbero partecipato, secondo i dati forniti dall’Asl Napoli2 Nord, circa 200 persone. Qualche giorno ed ecco i primi sintomi del virus con il ricorso ad esami naso-faringei in un laboratorio privato per non attendere i tempi non sempre rapidi dell’Asl. Esami che secondo quanto riferito dal sindaco hanno accertato «che su ottanta persone esaminate più della metà sono risultate positive». Il ricorso a privati, pare non autorizzati, ha portato alla diffida dell’azienda sanitaria flegrea al sindaco Pugliese in quanto «i risultati non sarebbero stati attendibili al fine di circoscrivere il contagio ed evitare che pazienti contagiati, risultati come falsi negativi, possano trasmettere il virus» come si legge in una nota della stessa Asl. L’Asl Napoli2 Nord, pertanto, ha allestito presso la sede del comune uno stand sanitario per effettuare un prelievo di tamponi straordinario. Lo screening, con il supporto della Protezione Civile e di personale del comune, è stato effettuato su 130 partecipanti al matrimonio. I risultati entro le prossime 48 ore. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

Dove si trova la torre di Pisa?