Egitto: ministero Esteri, notizie errate su detenzione membri Ong Eipr

Egitto: ministero Esteri, notizie errate su detenzione membri Ong Eipr
Il ministero degli Esteri egiziano ha denunciato una "errata" copertura mediatica sulla detenzione di alcuni membri dell'organizzazione non governativa per i diritti umani Eipr (Egyptian Initiative for Personal Rights). Lo riferisce un comunicato stampa della diplomazia del Cairo. "In relazione alle reazioni e alle conclusioni errate che circolano sui media e sulle piattaforme dei social media riguardo all'arresto di un certo numero di dipendenti dell'Eipr, che pregiudicano i risultati delle indagini condotte dalle autorità giudiziarie egiziane al riguardo, il ministero degli Affari esteri ha affermato il rifiuto di qualsiasi tentativo di influenzare le indagini condotte dalla Procura nei confronti di cittadini egiziani che sono stati accusati", ha detto Ahmed Hafez, portavoce del ministero.
"Lo Stato egiziano rispetta i principi dello stato di diritto e dell'uguaglianza. La libertà del lavoro civile è garantita dalla Costituzione e dalle leggi egiziane e il lavoro in qualsiasi dominio deve essere svolto come regolato dalle leggi e da coloro che le violano devono essere ritenuti responsabile", ha aggiunto Hafez. Il portavoce del ministero ha affermato, inoltre, che "nessuna categoria di individui gode dell'immunità per lavorare in un campo specifico", sottolineando la necessità di rispettare i principi di sovranità nazionale e di non interferenza negli affari interni, come previsto dal diritto internazionale che governa i rapporti tra gli Stati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

1 + 1 + 2 + 6 =