Egitto: al via nuovo incontro con Etiopia e Sudan su Grande diga della rinascita

Egitto: al via nuovo incontro con Etiopia e Sudan su Grande diga della rinascita
 I negoziati tra Egitto, Etiopia e Sudan relativi alla controversa Grande diga della rinascita (Gerd) realizzata da Addis Abeba sul Nilo Azzurro riprendono oggi nella capitale sudanese Khartum. Secondo una dichiarazione ufficiale rilasciata dal ministero delle Risorse idriche del Sudan, i colloqui si terranno sotto l’auspicio dell'Unione africana (Ua). L'annuncio della ripresa dei colloqui giunge dopo che l'Egitto, l'Etiopia e il Sudan hanno concordato il 27 ottobre di ospitare a Khartum una settimana di negoziati per stabilire un arco di tempo e un quadro per l’avvio di nuovi incontri di alto livello che abbiano un esito differente dai precedenti round negoziali. L'Egitto, che fa molto affidamento sulle sue cruciali forniture idriche del fiume Nilo, si è ritirato dai colloqui a fine agosto dopo che i tre Paesi non sono riusciti a raggiungere un consenso sui punti legali e tecnici, dopo che l'Etiopia ha proposto un pacchetto di linee guida non vincolanti per il riempimento e il funzionamento della diga. L'incontro del 27 ottobre che è stato spinto dal presidente sudafricano Cyril Ramaphosa, l'attuale presidente dell'Ua, è stato il primo dopo la pausa di sette settimane. Il Sudan ha espresso il suo rifiuto durante la riunione della scorsa settimana "dello stesso approccio negoziale che ha portato a una situazione di stallo nei turni precedenti", secondo Saleh Hamad, il capo della squadra negoziale del Sudan. Khartum ha richiesto la definizione di ruoli più ampi e più efficaci da parte di esperti e osservatori, tra cui Stati Uniti, Unione europea e Ua, per far convergere i punti di vista per un accordo tra i tre Paesi. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

20 - 5 =