Egitto, a settembre moderato incremento delle riserve in valuta estera

Egitto, a settembre moderato incremento delle riserve in valuta estera
Le riserve nette di valuta estera dell’Egitto ammontano a 38,425 miliardi di dollari statunitensi alla fine di settembre, in leggero aumento rispetto ad agosto, ma inferiori alle cifre del periodo precedente alla diffusione della Covid-19. I dati sono stati diffusi dalla Banca centrale sul proprio sito internet. Lo scorso settembre le riserve sono aumentate leggermente rispetto ad agosto 2020, quando erano di 38,366 miliardi di dollari. Le riserve in valuta estera restano, tuttavia, inferiori, alle cifre di febbraio (45,51 miliardi di dollari) e marzo (40,108 miliardi di dollari). Nel pieno della pandemia, ad aprile scorso, le riserve di valuta estera sono scese a 37,037 miliardi di dollari. I timori generati dall’incertezza della pandemia sanitaria hanno spinto gli investitori a ritirare liquidità dai mercati emergenti. Inoltre, la chiusura delle frontiere ha bloccato l’accesso di valuta estera attraverso il settore turistico. Il governo egiziano ha stabilito la ripresa dei voli internazionali da e verso tre governatorati (Mar Rosso, Sinai meridionale e Matrouh) dallo scorso primo luglio, incrementando l’afflusso di turisti e, quindi, anche di valuta forte.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

1 + 40 - 15 +7 =