Egitto, il ministro Tarek El-Molla: Zohr produce il 40% del gas egiziano

Egitto, il ministro Tarek El-Molla: Zohr produce il 40% del gas egiziano
La produzione del giacimento Zohr, il «super-giant» a gas scoperto da Eni in acque mediterranee egiziane, ha superato i tre miliardi di piedi cubi rappresentando il 40% del totale delle estrazioni di questo idrocarburo in Egitto. Lo ha riferito il ministro del Petrolio egiziano, Tarek El-Molla. La joint italo-egiziana Petrobel, per conto di Petro Shorouk, ha scavato diversi pozzi nell’area sud del campo off shore portando a 15 il numero totale di quelli in produzione, viene ricordato nel testo. Su Zohr, dall’inizio delle operazioni al giugno scorso, è stato investito un totale di 10,4 miliardi di dollari, ha ricordato dal canto suo Hatef Hasan, il presidente di Petro Shorouk, nel corso di un’assemblea generale. Come noto Zohr, la più grande scoperta di gas mai effettuata nel Mediterraneo, è eseguito da Petrobel, la società operativa detenuta congiuntamente da Eni e dalla società statale Egyptian General Petroleum Corporation (Egpc).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

10 - 3 =