L’ultimo omaggio Fellini 100 2020-2021 al Cairo , Sala degli specchi

L’ultimo omaggio Fellini 100  2020-2021 al Cairo , Sala degli specchi
Cairo. Il Conte Federico Wardal presenterà il 21 gennaio 2021 l’art short film : “ Federico and Fellini , our time together “ con foto inedite di Pierluigi Praturlon , fotografo ufficiale di Federico Fellini in uno dei luoghi più originali del mondo : La sala degli specchi , locata nel centro dell’enorme Cairo. È il luogo ideale per un film su Federico Fellini
in quanto il soffitto della sala , un mosaico di specchi, crea un’atmosfera perfettamente surreale ed onirica. Nel film Wardal racconta la sua amicizia di anni con il suo mentore Federico Fellini, condensata  in un giorno, anche attraverso foto inedite di Pierluigi Praturlon, reinventate da Wardal. Il film perciò, oltre ad essere una nuova creazione , è anche un documento. Il primo rimarchevole evento per Fellini 100 è stato fatto a Hollywood al Ruby Theatre il giorno del centesimo compleanno di Fellini il 20 gennaio 2020 , in Hollywood 19 gennaio. 
https://www.laweekly.com/events/hollywoods-fellini-100/ . In quella occasione c’è stata la premiere del film “ Federico and Fellini “ , presentata dalla star della tv di San Francisco Mrs. Jennifer Glee.

Il film è composto da 7 brevi episodi nei quali Wardal parlando con un immaginario Fellini, racconta della profonda amicizia con il suo maestro Fellini , immersa in episodi drammatici come il furto dell’intero footage del film “ Casanova di Federico Fellini “ . Ma, durante la proiezione un colpo di scena : Wardal esce dallo schermo e continua a recitare live la storia del film , per poi rientrarvi. Wardal ha potuto fare questo giacché viene dal teatro , dove Eduardo De Filippo e Maria Teresa Albani sono stati i suoi maestri. Poi ha fatto cinema con Fellini e Carlo Lizzani. Ed aveva solo 14 anni. 
Il film terminato di essere girato al Cairo ieri : “ Federico and Fellini , our time together “ , per pochi giorni su YouTube in esclusiva per LalbaNews 

 ricorda persone base dell’ entourage di Fellini, come il suo assistente alla regia Maurizio Mein, Liliana Betti e Norma Giacchero , supervisori dei testi di Fellini.
E Nino Rota , suo compositore musicale , Danilo Donati, costumista, Rino Carboni truccatore e Pierluigi Praturlon, suo fotografo ufficiale. Ma altro protagonista del film è la leggendaria Cinecittà ed il teatro 5 dove Fellini ha girato quasi tutti i suoi films. Gli Amici Italiani della gloriosa Bibliotheca Alexandrina di Alessandria d’Egitto sono stati lieti di concedere al film il patrocinio.
Il film è stato prodotto dalla Hollywood Art Film Production e girato a Hollywood, San Francisco e Cairo. C’è stato un lungo lavoro di recupero di materiali fotografici dall’archivio di Wardal e per la scrittura del testo che nella cornice del racconto , incastona episodi drammatici e profonde riflessioni. C’è un episodio inconsueto. In una immagine del film , appare l’occhio di Horus , cosa del tutto imprevista che Wardal e  la produzione hanno deciso di non cancellare , giacché è un segno di benvenuto da parte dell’Egitto. La presentazione al Cairo del film è un omaggio al cinema egiziano che, come sempre ha affermato il più grande critico cinematografico del mondo arabo l’egiziano Samir Farid , è nato dal cinema italiano. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

9 - 3 =