Mostre: a Perugia reperti degli scavi italiani in Giordania

Mostre: a Perugia reperti degli scavi italiani in Giordania
Si è aperta a Perugia, presso il Museo Archeologico Nazionale dell'Umbria, la mostra "All'origine dell'urbanizzazione" che raccoglie i risultati ottenuti in sette anni di scavi dalla Missione Archeologica Italo-Spagnola, sostenuta della Direzione Generale per la promozione del sistema Paese della Farnesina.
Gli scavi a Jebel al-Mutawwaq, in Giordania, diretti Andrea Polcaro e Jaun Muniz, hanno fornito dati preziosi per la ricostruzione delle dinamiche socio-economiche e delle pratiche religiose della fine del IV millennio a.C. nell'area del Mediterraneo orientale. Il sito è infatti caratterizzato dalla presenza di un'estesissima necropoli megalitica, con centinaia di dolmen, parte di un complesso culto degli antenati, alla base del processo di sedentarizzazione e della seguente urbanizzazione delle culture levantine dell'Età del Bronzo.
La mostra di Perugia, curata da Andrea Polcaro e Alessandra Caselli, in collaborazione con la Direzione regionale Musei dell'Umbria, espone repliche 3D di reperti provenienti dal sito, oltre a plastici in scala con la riproduzione di aree di scavo pertinenti alla necropoli e all'insediamento della seguente urbanizzazione delle culture levantine dell'Età del Bronzo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

10 - 3 =