Sono centinaia le balene spiaggiate in Tasmania: 90 già morte altre 180 a rischio. Lotta contro il tempo per salvarle

Sono centinaia le balene spiaggiate in Tasmania: 90 già morte altre 180 a rischio. Lotta contro il tempo per salvarle
Sono diventate centinaia le balene spiaggiate in una baia della Tasmania, isola a sud dell’Australia: 90 animali sono già morti e altri 180 rischiano di non farcela. Intensificati gli sforzi per salvarle, in una operazione senza precedenti.

«Per portare ogni animale lontano dalla sabbia, in mare aperto, sono necessari circa 30 minuti. È solo questione di guidarli», ha spiegato al Guardian il coordinatore delle operazioni di salvataggio, Nic Deka, del Tasmania Parks and Wildlife Service. «Abbiamo già salvato 25 animali, ma molto ancora resta da fare — continua —. Diversi equipaggi con attrezzature per il salvataggio delle balene continuano ad arrivare». Ma cosa ha provocato lo spiaggiamento? «Spesso si tratta di una semplice disavventura. Un paio di animali si mettono “nei guai” e il resto del gruppo li segue. È inquietante e angosciante vedere tutti questi animali bloccati», ha aggiunto Deka. «È probabile che lo sforzo di salvataggio duri più giorni. La costa occidentale della Tasmania è esposta a condizioni meteorologiche mutevoli e selvagge. Si sta avvicinando l’alta marea e questo potrebbe teoricamente aiutare alcuni animali a liberarsi», ha chiarito alla Bbc il biologo marino Kris Carlyon. «Possono sopravvivere tre o quattro giorni spiaggiate». Una volta che le balene vengono rimesse in acqua, «il passo successivo è farle andare al largo».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright L'alba News

Commenti (0)

Lascia il tuo commento

Dove si trova il colosseo di Roma?